Notizie dal Comune

Allerta Meteo, raccomandazioni

infoalert
amministrazione
12.11.2019

Con messaggio di allerta delle ore 17.00, la Protezione Civile Regionale ha diramato un allerta gialla  idrogeologica  (per precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati. I fenomeni saranno accompagnati da frequente attività elettrica  e forti raffiche di vento) e arancione per vento (con venti di burrasca forte dai quadranti meridionali. Forti mareggiate lungo le coste esposte). Entrambe le allerte hanno validità dalle ore 20 del 12 novembre e per le successive 24 ore.

I venti insisteranno in nottata e nelle prime ore del mattino.

 

Si raccomanda di:

- evitare  le zone esposte, guadagnando una posizione riparata rispetto al possibile distacco di oggetti esposti o sospesi e alla conseguente caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri, come un vaso o una tegola;

- evitare con particolare attenzione le aree verdi e le strade alberate. L’infortunio più frequente associato alle raffiche di vento riguarda proprio la rottura di rami, anche di grandi dimensioni, che possono sia colpire direttamente la popolazione che cadere ed occupare pericolosamente le strade, creando un serio rischio anche per motociclisti ed automobilisti.

- prestare attenzione alla guida di un’automobile o di un motoveicolo dal momento che le raffiche tendono a far sbandare il veicolo, e rendono quindi indispensabile moderare la velocità o fare una sosta.

- prestare particolare attenzione nei tratti stradali esposti, come quelli all'uscita dalle gallerie e nei viadotti; i mezzi più soggetti al pericolo sono i furgoni, mezzi telonati e caravan, che espongono alle raffiche una grande superficie e possono essere letteralmente spostati dal vento, anche quando l’intensità non raggiunge punte molte elevate;

- evitare, dove possibile, l'esposizione delle attrezzature per la raccolta differenziata dei rifiuti (mastelli e carrellati), di esporle solo in condizioni di sicurezza in modo da tenerle al riparo da raffiche improvvise e di ritirarle subito dopo la raccolta.

 

In generale, sono particolarmente a rischio tutte le strutture mobili, specie quelle che prevedono la presenza di teli o tendoni, come impalcature, gazebo, strutture espositive o commerciali temporanee all’aperto, delle quali devono essere testate la tenuta e le assicurazioni.

Condividi questa pagina