Notizie dal Comune

Pericolosità incendi boschivi, il Comune predispone sala Operativa

infoalert
amministrazione
28.06.2019

Con bollettino regionale, la Regione Puglia – sezione Protezione Civile ha dichiarato un livello di allerta incendio per il territorio comunale con rischio elevato per le prossime 24 ore e moderate per le prossime 48-72 ore.

Il Comune di Martina Franca ha predisposto una sala operativa per monitorare la situazione e presidiare le aree più vulnerabili.

Si riportano, di seguito, delle raccomandazioni relative al rischio incendio boschivo e alle ondate di calore.

 

Rischio Incendio boschivo

Per evitare un incendio:

  • Non gettare mozziconi di sigaretta o fiammiferi ancora accesi, possono incendiare l'erba secca.
  • Non accendere fuochi nel bosco. Usa solo le aree attrezzate.
  • Non abbandonare mai il fuoco e prima di andare via accertati che sia completamente spento.
  • Se devi parcheggiare l’auto accertati che la marmitta non sia a contatto con l'erba secca. La marmitta calda potrebbe incendiare facilmente l’erba.
  • Non abbandonare i rifiuti nei boschi e nelle discariche abusive. Sono un pericoloso combustibile.
  • Non bruciare, senza le dovute misure di sicurezza, le stoppie, la paglia o altri residui agricoli. In pochi minuti potrebbe sfuggirti il controllo del fuoco.

Quando l'incendio è in corso:

  • Se avvisti delle fiamme o anche solo del fumo telefona al 1515 per dare l’allarme. Non pensare che altri l'abbiano già fatto. Fornisci le indicazioni necessarie per localizzare l'incendio.
  • Cerca una via di fuga sicura: una strada o un corso d'acqua. Non fermarti in luoghi verso i quali soffia il vento. Potresti rimanere imprigionato tra le fiamme e non avere più una via di fuga.
  • Stenditi a terra in un luogo dove non c'è vegetazione incendiabile. Il fumo tende a salire e in questo modo eviti di respirarlo.
  • Se non hai altra scelta, cerca di attraversare il fuoco dove è meno intenso per passare dalla parte già bruciata. Ti porti così in un luogo sicuro.
  • L'incendio non è uno spettacolo, non sostare lungo le strade. Intralceresti i soccorsi e le comunicazioni necessarie per gestire l’emergenza.

Ondate di calore

Le ondate di calore si verificano in estate al persistere di temperature al di sopra delle medie stagionali e di elevati tassi di umidità relativa.

Al di là del senso di disagio fisiologico comune a tutte le persone e gli animali, esistono fasce della popolazione a rischio per età, condizioni di salute, assunzione regolare di farmaci o attività lavorativa e/o sportiva svolte all'aperto.

Le norme di autoprotezione da attuare nei giorni in cui è previsto un rischio elevato da ondate di calore sono:

  • Evitare di uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, soprattutto se si è anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti o convalescenti.
  • In casa, proteggersi dal calore del sole con tende o persiane, mantenere il climatizzatore a 25-27 gradi e, se si usa un ventilatore, non indirizzarlo direttamente sul corpo.
  • Consumare pasti leggeri, preferendo frutta e verdura.
  • Bere molto evitando bevande alcoliche e caffeina.
  • Indossare abiti leggeri, di colore chiaro, evitando le fibre sintetiche. All'aperto, indossare un cappello.
  • Se in casa c’è una persona malata, fare attenzione a non coprirla troppo.

 

Condividi questa pagina