Bonifiche

INCENTIVI PER I PRIVATI

Il Servizio Ambiente ha pubblicato nella sezione “Bandi di gara e contratti” del Sito Istituzionale del Comune di Martina Franca il “BANDO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI BONIFICA DI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PRESENTI IN FABBRICATI ED IMMOBILI ED AREE DI PROPRIETÀ PRIVATA – ANNO 2020”. Nel bando sono disciplinate le procedure dirette alla concessione ed erogazione di un contributo a favore di cittadini privati e titolari di aziende che intendano effettuare interventi di bonifica da amianto, nei propri immobili e fabbricati e aree, situati sul territorio del Comune di Martina Franca. Possono presentare domanda di finanziamento anche coloro che hanno la sola disponibilità di immobili o di aree (locatari, comodatari, usufruttuari ecc.) siti nel Comune di Martina Franca. Il contributo, per ciascun intervento, sarà assegnato per un importo massimo pari al 80% del totale delle spese ammissibili e comunque per un massimo di € 1.500,00. La domanda di finanziamento, unitamente ai documenti necessari, dovrà essere presentata pena esclusione, entro le ore 12.00 del 31.12.2020. L’attribuzione dei contributi avverrà sulla base della graduatoria delle domande ammissibili determinata dall’ordine cronologico di arrivo delle stesse, fino all’esaurimento della somma complessiva messa a disposizione pari ad € 24.000,00.

Nei mesi scorsi abbiamo provveduto alla bonifica di circa 70 siti, sparsi nell’agro della Città, interessati dal fenomeno di rifiuti illecitamente abbandonati, in particolar modo di amianto. Nelle prossime settimane continueremo a lavorare per migliorare il decoro del nostro territorio e tutelare la salute dei nostri cittadini con ulteriori interventi sulle aree pubbliche. Auspico in questo senso una sempre più stretta collaborazione con le autorità impegnate nel controllo del  nostro territorio, non solo ai fini della segnalazione dei siti inquinati ma anche dell’individuazione dei soggetti responsabili di questi reati. Come ampiamente confermato dalla casistica clinica, la presenza di fibre di amianto all’interno dei polmoni può comportare l’insorgenza di malattie come l’asbestosi, il mesotelioma ed il tumore dei polmoni. Nonostante questo a distanza di parecchi anni dall’utilizzo diffuso di amianto come coibentante e isolante, poi vietato per legge, sono tanti i cittadini che ancora mantengono nelle loro proprietà manufatti contenenti amianto, probabilmente anche a causa dei costi ingenti necessari per gli interventi di rimozione. Questo contributo vuole, appunto, incentivare i cittadini che si trovano in queste condizioni alla bonifica.” - Assessore all’Ecologia e Ambiente Valentina Lenoci.

 

 

 

Clicca qui per accedere al Bando

 

 

Condividi questa pagina